BAN-ether

ETHER

DESIGN PATRICK JOUIN

La lampada Ether nasce da un ‘idea di Patrick Jouin, elaborata sulla base del grande “lampadario-tendaggio” da lui progettato per il ristorante “MIX” di Las Vegas.

Il genio del designer, combinato allo stile dello chef Alain Ducasse, nel 2005 diedero vita ad un nuovo tempio del gusto sullo Strip di Las Vegas, la strada celebre per le spettacolari insegne al neon.

Ducasse, considerato il miglior chef del mondo, sceglie l’affermato progettista Jouin, come partner nella realizzazione dei suoi elegantissimi locali: dopo i primi successi dei ristoranti “The Plaza Athénée” e “59Poincaré” di Parigi, e dello “Spoon Byblos” di Saint-Tropez, il sodalizio tra queste due star internazionali si è consolidato con l’apertura del “MIX” di New York: il primo di una catena di prestigiosi ristoranti, caratterizzati dalla ricercata combinazione della cucina americana con quella Europea.

Mix in Las Vegas

Architect: Jouin Manku Studio
Location: Las Vegas – USA
Credit: Eric Laignel

 

Il “Mix” di Las Vegas sorge all’interno del favoloso Mandalay Bay, “mecca” dell’ospitalità di lusso, che per l’elevato numero di stanze (ben 4.700), è il secondo hotel per grandezza di tutti gli Stati Uniti.

Il progetto di Jouin ha previsto la collaborazione di Leucos, per l’esecuzione e la produzione della particolarissima scenografia luminosa che avvolge la sala; questa, situata nel rooftop, è valorizzata da un esclusivo “privé”, realizzato su un mezzanino di forma circolare circondato da uno spettacolare “tendaggio” di quattordici metri di diametro: sono tredicimilaottocento sfere soffiate, appese a cavi d’acciaio, che formano una suggestiva e scintillante cascata di vetro, ben illuminata da fari incassati nel soffitto.

Partendo da questo concept, Patrick Jouin ha elaborato un progetto di apparecchio di illuminazione che mantenesse il fascino dell’installazione speciale, ma potesse ben adattarsi all’impiego in ambienti pubblici e perfino domestici; ha quindi pensato ad un disco di metallo, nel cui sottile spessore si potessero racchiudere e nascondere i faretti spot: la luce puntuale che emettono, ben diretta verso il basso, fa brillare le numerose bolle di vetro, del tutto simili a quelle dell’installazione, che sono sospese dal disco per una lunghezza di 90 o 150 cm.